kindle

You are currently browsing articles tagged kindle.

Nuovi Kindle

Amazon ha presentato il nuovo Kindle superfigo… Ma in Italia non c’è. Why, Amazon, whyyyyyyy?

Tags: ,

Circa un mese e mezzo ho acquistato un Kindle 3G, l’eBook reader di Amazon che negli USA sta cambiando il mercato dell’editoria.
Si tratta di un device piccolo e leggero, dedicato alla lettura, principalmente della narrativa, NON di uno dei tanti tablet che sono diventati l’ultima moda dopo quella dei netbook.
Le differenze sono nel costo (150 euro circa, un tablet costa 4 volte tanto), nello schermo (eInk invece che LCD) e nella funzione (principalmente lettura invece che internet e multimedia).
Ho menzionato lo schermo, che è il punto forte del Kindle 3G; grande come un paperback, ottimamente contrastato, si legge meglio di un libro, in qualsiasi condizione di luce, anche all’esterno, dove gli schermi LCD retroilluminati mostrano tutti i loro limiti; di contro, necessita di una luce per essere letto al buio. Il tempo di aggiornamento delle pagine è analogo a quello che si avrebbe sfogliando un libro, la risposta ai comandi veloce; nel contempo la durata delle batterie è mostruosa (ricarico il Kindle ogni 2-3 settimane) a patto ovviamente di staccare il wireless quando non serve. Di contro, l’eInk è in bianco e nero, quindi non ottimale per la fruizione di, ad esempio, riviste; del resto NON esistono eBook reader a colori, quelli che proclamano di esserlo hanno uno schermo LCD e quindi sono inadatti alla lettura prolungata.
Le funzionalità del Kindle sono perlopiù dedicate alla lettura: il testo può essere ridimensionato, si possono cambiare i font, ci si può perfino far leggere il libro ad alta voce dal Kindle; si può ovviamente fare una ricerca all’interno del testo, mettere segnalibri, prendere note e condividerle sui social network (Twitter e Facebook) tramite il modem 3G di cui il Kindle è dotato assieme al WiFi. Lo stesso modem può essere usato in quasi tutto il mondo per acquistare libri direttamente dal negozio di Amazon, come anche per consultare la Wikipedia e (per i soli utenti americani) navigare liberamente su internet e la connessione NON si paga (o per meglio dire, è compresa negli altri costi) il che è un bonus non da poco, e forse uno dei motivi che più spiega il successo del Kindle.
Cosa ne penso io? Beh, è un oggettino eccezionale. E’ così comodo da portare in giro che lo tengo sempre con me, e ho ripreso a leggere molto di più, anche sull’autobus (dove desta un po’ di curiosità) e soprattutto in viaggio, ma lo uso anche in casa… La comodità di avere una mezza biblioteca con sè non è da poco. D’altra parte, la non disponibilità sul negozio di Amazon di eBook in italiano (dello schifo che è il mercato dell’editoria in Italia parlo in un altro post) potrebbe essere un problema per alcuni… Ma non per me, dato che leggo più in inglese che italiano, e i libri in italiano non ho alcuna difficoltà a trovarli in libreria, al contrario dei primi. Non è da sottovalutare poi il fatto che molti contenuti si trovano su internet, sia in maniera legale che meno legale.
E’ importante ricordare che il Kindle supporta il formato mobi, tuttavia gli eBook in formato epub possono essere convertiti facilmente usando Calibre (e viceversa), a patto che non siano protetti (o siano sprotetti in qualche modo, di cui ovviamente qui non parleremo perchè ai confini del lecito). Maggiori informazioni su queste questioni nel post dedicato.
Si tratta secondo me del migliore dispositivo per la lettura di eBook attualmente disponibile, come prestazioni, qualità di lettura, costo; tuttavia, se voleste regalare un reader a vostra madre che legge solo in italiano e non ha voglia di convertire contenuti o smanettare, consiglio un più costoso Sony compatibile con gli stand… Con l’estorsione in vigore in Italia. Per me, non c’è proprio partita… Kindle.

Tags: , , ,