Dieci anni fa

Dieci anni fa, io ero chiuso in casa mentre pugni di facinorosi delinquenti, assieme a una marmaglia di gente, alcuni armati di buoni propositi, altri faziosi peggiori dei violenti, faceva violenza alla mia città.

Dieci anni fa, la vita di un uomo colpevole solo di essersi difeso dall’assalto di un teppista veniva rovinata per sempre.

Ecco chi ricordo io oggi. Il carabiniere che ha sparato, e la mia città che ha subito.

Tags:

  1. marco’s avatar

    tutto quel che poteva andar male è andato male.
    la città violentata, devastata, spaccata dai manifestanti non viene mai nominata da chi ricorda le violenze della polizia.
    che cosa avrebbe dovuto fare il carabiniere con chi graziosamente gli stava andando contro con un morbidissimo estintore, fiancheggiato da altri beneintenzionati, non viene mai detto da chi ricorda le violenze della polizia.

    chi sta dalla parte delle forze dell’ordine non si schifa neanche un po’ delle prove fabbricate, delle violenze e dei caroselli notturni.

    per non parlare della ineffabile scelta della famosa stanza di palazzo madama intitolata ad uno che non è diventato un assassino solo perché è diventato un martire pochi secondi prima.

    non riesco a trovare niente che si salvi di quella vicenda.
    il G8 di Genova ha tirato fuori il peggio

    Reply