La cultura del gioco

In Italia manca la cultura del gioco. No, non sto parlando del gioco del calcio o di quello d’azzardo: di entrambi ce ne è fin troppo. Né sto parlando dei videogiochi, anche quelli decisamente in buona salute. No, sto parlando dei giochi da tavolo.
Ah, qui direte voi, ma i giochi da tavolo li conosciamo tutti: Trivial Pursuit, Taboo, Pictionary… No signori, non ci siamo proprio: questi sono semplici party game, giochi di intrattenimento. Qui stiamo parlando di una cosa completamente diversa, cioè di giochi che presumono una strategia. E non necessariamente militare.
A questo punto mi obietterete: beh, io ho giocato a Monopoli, io a Risiko, io a Scarabeo… Beh, sappiate che questi giochi equivalgono, per fare un paragone, a stampare usando il metodo di Gutemberg. Si tratta di roba dell’anteguerra, nel caso di Monopoli letteralmente (dato che è del 1935). Non che non possa divertire, ma c’è di molto, molto, molto meglio.
Negli ultimi venti anni, in area europea e particolarmente tedesca, dove il gioco è considerato un passatempo per tutta la famiglia invece che un qualcosa “da bambini”, il gioco da tavolo ha fornito prodotti caratterizzati da regole semplici, profondità strategica (nel senso di scelte da fare, non nel senso militare), astrazione invece che simulazione, tempi di gioco ridotti, nessuna eliminazione dei giocatori, ottima componentistica, ridotta influenza del fattore fortuna.
E che giochi! Forse qualcuno tra coloro che legge conoscerà Die Siedler von Catan, i Coloni di Catan, considerato il gioco principe di questa genia (anche se ancora molto legato all’alea, ma del resto è di parecchi anni fa), ma a me viene in mente il più recente Power Grid (Alta Tensione, in Italia) e ce ne sono molti molti altri… In effetti ne escono di nuovi tutte le settimane, con spesso e volentieri autentici capolavori.
Eppure da noi di tutto ciò non c’è traccia: i vari Taricone, Totti e Playstation non lasciano il tempo per trovarsi tutti assieme attorno a un tavolo, e nei supermercati imperano i soliti classici. A malapena, ogni tanto, si trova qualche gioco di stampo “americano”, e qui ci vorrebbe un bel po’ per spiegare le differenze, così mi limiterò a indicare qualche link sulla Wikipedia a fine post, mentre citerò invece Axis & Allies, che molti di coloro che leggono conosceranno.
In conclusione, sperando di avervi interessato, mi auguro che troviate anche voi il tempo di trovarvi con qualche amico, o perché no, coi vostri familiari e figli, per poter passare assieme un paio d’ore in una maniera intelligente, invece che rincretinirsi con l’ennesima trovata dei mass media.

http://it.wikipedia.org/wiki/Gioco_tedesco
http://en.wikipedia.org/wiki/German-style_board_game (articolo più completo)
http://www.boardgamegeek.com/ (data base di giochi e punto di incontro mondiale degli appassionati)
http://nuke.goblins.net/ (forum degli appassionati italiani di giochi da tavolo)

Tags: , , , , , , ,

  1. Fabio’s avatar

    Che dire mi trovi completamente d’accordo :) ammetto di non avere molta esperienza in GdT, anzi direi quasi nulla e non è molto semplice trovare persone interessate. Devo dire che i giochi da tavolo mi affascinano sempre e quando li vedo in giro nei negozi li acquisterei tutti.
    Aggiungo anche un’osservazione magari ovvia magari banale ma certi giochi li hanno “portati” anche in formato digitale sul pc (vedi Risiko!).
    E’ vero che sono comodi ma secondo me il senso del gioco viene a perdersi…
    Troppo comodo provare un’azione di gioco e vedertela negare perchè una regola specifica non la consente. In più il tutto porta a farti dimenticare proprio le regole del gioco per non parlare del fascino stesso nel giocarlo :)
    Articolo molto interessante ;)

    Reply

    1. Ander’s avatar

      Uso i commenti per scriverti i negozi che ti dicevo: uplay.it, egyp.it, ready2play.eu, al momento sono quelli con i prezzi migliori.
      Per il gioco online esiste VASSAL, che dà essenzialmente un tabellone elettronico per molti giochi, ma le regole e gli avversari ce li devi mettere tu.
      In ogni caso preferisco il faccia a faccia :)

      Reply

      1. Fabio’s avatar

        Perfetto Andre! ^^ Thx ^^
        Sicuramente acquisto qualcosa.. forse Puerto Rico e Eclipse.. purtroppo va anche valutato quanto spazio occupa sul tavolo :D
        Ho dato un occhio su boardgamegeek.com che hai segnalato.

        Reply